COMUNICATO STAMPA - Associazione Nazionale Onlus LE VITTIME DEL DOVERE D'ITALIA

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

COMUNICATO STAMPA

"Associazione  Nazionale Onlus"
" LE VITTIME DEL DOVERE D'ITALIA"
                
   [   del dovere  -  della criminalità  -  del terrorismo  ]


COMUNICATO STAMPA

Nei giorni 8 - 9 e 10 Maggio 2009, si è svolta con successo a San Giovanni Rotondo (FG), un'articolata cerimonia predisposta dalla Ass. Nazionale Finanzieri d'Italia Sez. Puglia e Basilicata con l'incontro dei radunisti  dell'ANFI  di circa 7500 unità, provenienti da tutta Italia e "dall'Associazione Nazionale Onlus "Le Vittime del Dovere d'Italia" con l'intitolazione di una Piazza dedicata a tutte le Vittime del Dovere, una targa per ricordare eroi silenziosi, immolatisi nell'adempimento del dovere che hanno pagato un prezzo altissimo per difendere le istituzioni, seguita dalla sfilata per le vie di San Giovanni Rotondo conclusasi  con la cerimonia  alla presenza di Autorità Civili e Militari in Piazza Municipio.
     Alla cerimonia sono intervenuti oltre 500 familiari dei 161 Finanzieri, deceduti e feriti, dal 1960 al 2009, appartenenti  alle vittime del dovere, della criminalità e del terrorismo, giunti da ogni regione d'Italia.

L'Associazione Nazionale Onlus "LE VITTIME DEL DOVERE D'ITALIA", ha ringraziato l'Associazione Nazionale A.N.F.I., per la collaborazione, per lo spirito di altruismo e per la massima solidarietà manifestata in questa circostanza, ha voluto ricordare la memoria di centinaia di Vittime ferite e deceduti Vittime del Dovere, della Criminalità e del Terrorismo,  che hanno donato la loro vita per la Patria, che immolandosi, con il loro gesto, hanno contribuito a riaffermare l'autorità costituita, dedicando loro un simbolo "Piazza Vittime del Dovere della Guardia di Finanza" in un luogo sacro come è San Giovanni Rotondo, punto d'incontro e di preghiera.
     L'Associazione Nazionale Onlus "Le Vittime del Dovere d'Italia" ha voluto esprimere tutta la gratitudine al Sindaco, alla giunta e alla cittadinanza di San Giovanni Rotondo con un""forte e sincero Grazie""per la calorosa ospitalità e per il gesto nobile  manifestato, ovvero per aver dedicato alle Vittime del Dovere, una Piazza con il nome ""Piazza Vittime del Dovere della Guardia di Finanza"". L'intitolazione non vuole essere solo un indirizzo,  ma, questa agorà, vuole essere un punto d'incontro e riflessione, per tutti quei cittadini che vogliono onorare, in ogni forma, coloro i quali hanno donato la vita per la legalità nel rispetto della costituzione.
      L'Associazione Nazionale Onlus "LE VITTIME DEL DOVERE D'ITALIA", nel perseguire le finalità  di solidarietà, di legalità e di democrazia, nel rispetto della Costituzione e delle sue leggi, vuole inviare un messaggio alle Istituzioni :
 -   ""Le Vittime Ferite e familiari dei deceduti, si sono detti  fiduciosi per le rassicurazioni ricevute e per l'attenzione riservata, a seguito del decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ove è stato preso un impegno con l'istituzione di un Tavolo Tecnico, affinché il Governo, determini la totale equiparazione della legislazione già attribuita alle Vittime del Terrorismo, di cui la stessa con modifiche da apportare, venga estesa  anche a tutte le Vittime del Dovere e della Criminalità"".
-  ""E' doveroso rendere onore ai caduti e riconoscere ai loro familiari ogni forma di sostentamento, risarcimento, agevolazioni pensionistiche ed assistenziali, commemorative. Non và dimenticato che per anni molte famiglie delle vittime non hanno goduto di alcuna considerazione"".
-   ""E' pure doveroso non calpestare la dignità dei feriti gravi o meno gravi, i quali, nonostante l'eroico comportamento, testimoni viventi di un momento storico del nostro Paese, che immolandosi  per riaffermare l'autorità costituita, sono state anche vittime di indifferenza da parte di alcune Amministrazioni, divenendo per giunta vittime della burocrazia e delle interpretazioni attuative della norma, a vedersi non riconosciuti, a se e ai propri familiari, i diritti consolidati per legge"".

-   ""È preciso dovere dello Stato onorare la memoria degli uomini che hanno scelto di dedicare tutto il loro impegno ed ogni energia al suo servizio e lo hanno fatto fino all'estremo sacrificio. Le Vittime lo hanno dimostrato, ed è importante e significativo che questo ricordo si rinnovi soprattutto a  beneficio  delle  nuove  generazioni"".
-   ""La luminosa memoria del sacrificio di questi uomini, come di tutti i caduti e feriti, sostiene e rafforza il nostro impegno.
      Siamo convinti, infatti, che tale battaglia non possa concludersi se non con la radicale estinzione di ogni forma di criminalità e che lo Stato non debba dimenticare, e pertanto continuare a proteggere i suoi uomini ed assistere i feriti e i familiari di chi è caduto per esso"".      
     In un tale contesto si inserisce  l'incontro a  San Giovanni  Rotondo, iniziativa ed occasione di estrema rilevanza perché capace di ricordare alla comunità che le Vittime del Dovere, le Vittime della Criminalità e le Vittime del Terrorismo rappresentano il patrimonio della Nazione.
10 Maggio 2009

IL  PRESIDENTE  NAZ. DELL'ASSOCIAZIONE
(  Cav. Andrea FASANELLA  )

 
Torna ai contenuti | Torna al menu